dbk+4 riconoscimento ultrasonico di doppi fogli

Sensorbild - Matrix

panoramica

Il nuovo controllo ultrasonico a doppi fogli dbk+4 riunisce diverse varianti del modello precedente in un unico dispositivo, aprendo possibilità d'impiego finora impensate.

sensor line as pdf
online catalogue as pdf

Caratteristiche speciali

  • 3 ingressi di comando per la preselezione esterna della sensibilità su materiale trigger e Teach-in
  • Teach-in opzionale ad es. per la scansione di wafer incollati con un film a base acquosa
  • Variante con testina angolare 90° per situazioni d'installazione specifiche
  • Variante con trasduttore ricevente esterno M18
  • Variante con trasmettitore molto compatto e ricevitore nel manicotto filettato M12

Caratteristiche base

  • Rilevazione sicura di fogli singoli o doppi
  • Teach-in non necessario (plug and play)
  • Uscita doppi fogli e foglio mancante
  • Distanza di lavoro trasmettitore-ricevitore a scelta da 20 a 60 mm
  • Trigger opzionale per applicazioni in flusso a squame
  • Parametrizzabile con LinkControl

Descrizione

Il compito

del riconoscitore di doppi fogli è quello di riconoscere due o più fogli sovrapposti.

Il principio di funzionamento

Un trasmettitore ultrasonico ad alta frequenza emette onde dal basso verso il foglio. Il segnale irradiato induce il materiale a vibrare. Tali vibrazioni provocano la diffusione sull’altro lato del foglio di un’onda sonora molto piccola che viene misurata dal ricevitore ultrasonico che vi si trova di fronte. In caso di fogli sovrapposti (“doppi fogli”) il segnale risulta talmente indebolito da non giungere pressoché più al ricevitore.
Il dbk+4 riconosce fogli mancanti, singoli e doppi

Funktionsprinzip Doppelbogenkontrolle

Principio di funzionamento

I campi di lavoro

I nuovo dbk+4 ha 3 ingressi di controllo tramite i quali possono essere selezionati i 3 campi di lavoro. Il campo di lavoro standard copre il campo di grammature da 20 g/m2 fino a 1.200 g/m2. Materiali molto sottili come carta da Bibbia con una grammatura di meno di 20 g/m2 vengono esplorati con la regolazione “Sottile”. Per cartonaggi e cartoni ondulati sottili è disponibile la regolazione “Spesso”.
I campi di lavoro possono essere cambiati anche durante il funzionamento. Non è necessario il teach-in per il materiale da analizzare.
Qualora non venga selezionato nessuno dei 3 ingressi di controllo il dbk+4 opera con il campo di lavoro standard. In questa maniera è già possibile la scansione di uno spettro molto ampio di materiali.

Teach-in

Per i materiali che non possono essere analizzati con uno dei 3 campi di lavoro è disponibile la funzione supplementare teach-in. Le caratteristiche di un nuovo materiale vengono “imparate” dall’apparecchio inserendo un foglio singolo nel controllo fogli doppi. Successivamente l’ingresso di controllo deve essere posizionato per almeno 3 secondi su “livello alto”. Quando la procedura di ”apprendimento“ si è conclusa con successo ciò viene segnalato da un LED verde. Adesso è possibile eseguire la scansione del materiale.
Con il teach-in si può eseguire la scansione di materiali che vanno dal Washi sottile (carta giapponese) fino ai wafer incollati con una pellicola d’acqua.

Possibilità di applicazione del dbk+4:

  • macchine offset a foglio
  • raccoglitrici
  • piegatrici
  • macchine per la lavorazione della carta
  • produzione di cellule solari e wafer di silicio
  • lavorazione di etichette
  • produzione di circuiti stampati

Carta, Lamine, Lamiere

Il montaggio

La distanza di montaggio consigliata fra il ricevitore ed il trasmettitore è di 40 mm (ovvero di 20 mm nel caso di dbk+4/M12/3CDD/M18 E+S).
Qualora necessario tale distanza può essere adeguata alle condizioni locali entro un intervallo da 20 a 60 mm. Ciò può essere effettuato alla prima attivazione mediante una semplice procedura di apprendimento oppure tramite il software di parametrizzazione LinkControl.

Riconoscimento doppi fogli

Posizione d’installazione a seconda del materiale

In caso di carte e lamine sottili il controllo di doppi fogli viene azionato in posizione verticale; lo svolazzo dei fogli non pregiudica il funzionamento. Con cartoni ondulati fini, lamiere sottili, wafer o lamine di materia plastica più spesse (per es. carte di credito) il dbk+4 va montato ad uno specifico angolo di inclinazione α rispetto al materiale che scorre.

Cartoni ondulati fini si possono misurare in maniera ottimale ad un’inclinazione di α ≥ 35°, lamiere sottili o lamine di materia plastica più spesse a 27° e wafer ad un angolo di 11°.

Il modo Free-Run

Il dbk+4 opera come standard in modo Free-Run. Questo significa che il dbk+4 esegue ciclicamente misurazioni con un elevato ritmo di scansione.
Tramite gli ingressi di controllo C1 e C3 è possibile cambiare il campo di lavoro ed anche eseguire un teach-in, tutto durante il funzionamento.

C1 C2 C3
Standard 0 0 0
Spesso 0 1 0
Sottile 1 0 0
Modo Teach-in
1 1 0
Teach-in 1 1 1
Modo Free-Run - Selezione del campo di lavoro

Il modo Trigger

Qualora invece si debba misurare in corrente imbricata è possibile far scattare una misurazione mediante un segnale trigger esterno. Questa funzione viene parametrizzata per mezzo del software LinkControl. È possibile scegliere tra un controllo di fianco e un controllo di livello.
L’ingresso C2 assume in tal caso la funzione dell’ingresso trigger (tr).

C1 C2 C3
Standard 0 tr 0
Sottile 0 tr 1
Modo Teach-in 1 tr 0
Teach-in 1 tr 1
Modo Trigger – Selezione del campo di lavoro

Tramite l’ingresso di controllo C3 è possibile cambiare l’ambito di lavoro durante il funzionamento.

ModoTrigger - controllo sul fianco

Modo Trigger - controllo di livello

Supporto tramite LinkControl

Grazie al software LinkControl il dbk+4 può essere estesamente parametrizzato. A tale scopo il dbk+4 deve essere connesso all’adattatore per LinkControl LCA-2. L’adattatore LCA-2 viene collegato poi attraverso un cavetto USB al PC dotato del software LinkControl.

I seguenti parametri possono essere adattati individualmente:

  • Distanza operativa fra ricevitore e trasmettitore
  • Apertura/chiusura doppi fogli
  • Apertura/chiusura foglio singolo e foglio mancante
  • Modo Trigger on/off
  • Trigger controllo di fianco: fianco discendente/ ascendente
  • Trigger controllo di livello: attivo high/low
  • Tempo di ritardo di attivazione del riconoscimento doppi fogli
  • Tempo di ritardo di spegnimento del riconoscimento doppi fogli
  • Valori soglia per i campi di lavoro

L’adattatore per LinkControl LCA-2

Le quattro varianti

per ogni situazione immaginabile di montaggio.

a) dbk+4/3CDD/M18 E+S

Lo standard: il ricevitore e l’intera elettronica di elaborazione sono collocati in un tubo filettato M18. Quest’ultimo ha una lunghezza di appena 60,2 mm. Il trasmettitore è collocato in un tubo filettato M18x21mm e si collega al ricevitore tramite uno spinotto di connessione a due poli.

b) dbk+4/WK/3CDD/M18 E+S

Come per lo standard tuttavia qui il ricevitore è posizionato ad un angolo di 90° rispetto al tubo filettato M18.

c) dbk+4/M18/3CDD/M18 E+S

Per spazi di installazione ristretti sono disponibili 2 varianti nelle quali il trasmettitore ed il ricevitore sono posti entrambi in tubi filettati M12 o, alternativamente, M18 ed i ricevitori sono collegati all’elettronica di elaborazione tramite cavi a doppia schermatura.

d) dbk+4/M12/3CDD/M18 E+S

Nella variante con testine M12 la distanza operativa ottimale fra trasmettitore e ricevitore è di 20mm.

Top